segreti per guadagnare in borsa

Il Vero Segreto per Guadagnare in Borsa facendo Trading con Successo

Prima di entrare nel merito di come guadagnare in Borsa facendo trading con successo, ti racconto un episodio di cui pochi parlano (e per questo quasi dimenticato…) che ha molte similitudini con il recente passato. Forse non lo sai ma poco dopo la metà degli anni ’80, vi fu il più famoso dei crolli di mercato che un mese di Ottobre abbia mai ricordato. Per quel solo episodio, Ottobre tende ancora a essere un mese molto temuto da molti operatori di Borsa.

Per questo motivo quindi, indipendentemente da ciò che il mercato azionario ha effettivamente fatto fino ad oggi, vi sono stati molti articoli tra maggio e settembre che proclamavano l’imminente fine della corsa del mercato azionario. Alcuni prevedevano persino un’apocalisse, l’imminente armageddon, il crash dei crash del mercato azionario.

Ottobre tende ad essere spesso un mese particolarmente irrazionale nonostante il Dow Jones abbia recuperato circa il 60% di quel crash (di un lunedì nero del lontano 1987) nei successivi 2 giorni di borsa!

Crollo della Borsa. La grande lezione per i piccoli investitori

Quel grande crollo distrusse la smisurata fiducia che era stata costruita nel corso dei cinque anni precedenti, soprattutto, tra i piccoli investitori. Tutti parlavano della riproposizione della Grande Depressione degli anni ’30 e si ingenerò una forte paura rispetto al possibile collasso dell’intero sistema finanziario. Ti ricordo che parliamo del 1987, non del 2009…..

Purtroppo alcuni di questi investitori, terrorizzati e assorbiti dal mantra del castigo e dell’oscurità, non hanno tratto alcun beneficio da quello che è stato uno dei successivi e più grandi periodi di crescita dei mercati finanziari del dopoguerra.

Altri investitori hanno persino perso ulteriore denaro, continuando a scommettere sulla discesa o sul crollo dei mercati in quella che è stata una corsa a salire che è durata per i successivi 12 anni.

Vi sono stati infine quelli che, dopo aver finalmente pensato che dopo una decina di anni fosse tutto a posto, si sono riavvicinati alla Borsa, giusto in tempo per farsi travolgere nuovamente dall’euforia delle fasi finali antecedenti lo scoppio della bolla delle “dot com”.

Tra questi tre gruppi di piccoli investitori, alcuni hanno abbandonato definitivamente il “gioco” della Borsa, altri invece si sono ripresentati in tempo per subire crollo e perdite del 2009!

Qual è la lezione che ci lascia qualsiasi Crash dei mercati?

I fatti sono che chi ha comprato il giorno dopo al crollo di quel lunedì nero del 1987 ha ottenuto, a oggi, un ritorno dell’890%…

Al di là del singolo evento comunque, come ho spiegato più e più volte negli articoli di questo blog e in vari e-book, chi investe sui mercati se lo fa nel giusto modo e sa usare il fattore tempo, è sempre destinato a guadagnare denaro.

Accade perché, nonostante i crash e gli alti e bassi dei mercati, gli indici del mercato azionario sono sempre stati assoggettati ad un’inflazionistica spirale esponenziale di crescita. Come del resto i ricavi aziendali e gli utili (profitti) crescono anche per l’aumento reale e continuo dei prezzi al consumo.

Ambedue i fenomeni sono inoltre alimentati dalla stampa ormai perpetua di denaro da parte delle banche centrali che non fa altro che svalutare le varie valute.

Inoltre, gli utili crescono anche in virtù del continuo aumentare della produttività dei lavoratori e grazie ai continui progressi tecnologici. Uno smartphone di oggi ha più potenza di elaborazione di quanta ve ne fosse in tutti gli Stati Uniti 50 anni fa!

I progressi tecnologici nei prossimi 50 anni saranno esponenzialmente più grandi. In meno di 30 anni un qualsiasi dispositivo di elaborazione dati avrà più potenza di calcolo di quanta ve ne sia in tutti gli Stati Uniti oggi. Rifletti su questo per un attimo….

Stai pensando che molte aziende falliscono e che quindi che qualcosa non torna… che non può essere così?

Vero, le aziende falliscono e ve ne saranno che continueranno a fallire ma saranno espulse dai listini di borsa molto prima di scomparire (sempre più per tempo rispetto a quanto accaduto in passato….) e saranno sempre prima sostituite da aziende in crescita che producono profitti.

Ma cosa mi stai raccontando? Non ho mai letto cose simili….

Vero, e voglio dirti di più… la verità è che non esiste una battaglia tra deflazione e inflazione, perché la deflazione esiste solo nella mente di accademici che vivono in una torre d’avorio. Il principio del controllo della possibile deflazione (anche economica) porta chi ha interesse (o è pagato per pompare quel tipo di propaganda economica) a farti credere che, al contrario, tutti operano per non entrare in deflazione e che, di converso, si riesce anche a contenere l’inflazione entro il 2%.

Tutto questo viene promulgato da chi deve giustificare e sedare, popolazioni sempre più schiave della sempre crescente inflazione reale, che è palesemente superiore a quanto comunicato dal “sistema”.

Tutto questo meccanismo, serve solo a convincerti che il sistema fa bene a stampare moneta, che sarà utilizzata da chi potrà spendere denaro che non ha, continuando ad evocare la continua generazione di denaro dal nulla, da cui tu non ricevi benefici ma solo debiti.

Mi spiace dirtelo ma questo è quello che accade intorno a te… sulla tua pelle. La conoscenza di questi elementi tuttavia, può darti un vantaggio rispetto a tutti quelli che si lasciano guidare dai Media del “sistema”.

Ora ascoltami con attenzione… tu non puoi combattere tutto questo, ma puoi imparare a trarne anche tu un enorme vantaggio!

Detto ciò, tornando agli investimenti ed a come fare trading con successo, devi aver quindi chiaro che gli investimenti significativi sono solo quelli che effettui quando sei in grado di acquistare “a buon mercato”, anche quando per trarne benefici, devi attendere settimane, mesi o persino anni.

Io da quel lontano crollo dei mercati del 1987 imparai molto, peccato solo per il fatto che ero poco più di un bimbo e avevo appena iniziato a guadagnare qualche soldo. Passando però poi da quello delle dot com, sino a giungere all’ultimo del 2009, ho sempre guadagnato un sacco di soldi. E tu?

Ok mi è chiaro ma come faccio a prevede cosa accadrà sui mercati?

Valutando tutto quello che è accaduto durante i successivi 25 anni della mia vita da trader, il vantaggio principale che ho avuto rispetto a molti altri è che ho un chiaro Indicatore rispetto al quale confrontare varie metodologie per fare trading con successo. Ho quindi sempre avuto la possibilità di fare riferimento a qualcosa che so con certezza che funziona realmente.

Tutto questo mentre…

Il tasso di fallimento di quelli che operano in Borsa è rimasto sempre al 90%, nonostante tutti i progressi della tecnologia, dell’informazione e il diluvio di nuovi materiali e metodi che appaiono ogni anno.

Perché penso che il 90% delle persone continuerà a perdere soldi in Borsa?

Il 90% delle persone è destinata a perdere soldi, perché in realtà penserà di poter imparare e ascolterà consigli da quel 90% di perdenti che li hanno preceduti!

Ti dico questo perché la maggior parte di quelli che sono stati spazzati via dai mercati dopo aver conseguito grandi perdite, ha continuato a concentrarsi ed a scrivere/proporre altre metodologie con ancor maggiore enfasi.

In sostanza, i vecchi guidano i nuovi verso un destino simile. Fai quindi molta attenzione a chi ti propone sistemi mirabolanti per fare trading con successo.

Pensa in tal senso anche alla stampa ed ai Media di settore che non ne prevedono ne azzeccano una… ma che sanno spiegarti tutto dettagliatamente… solo dopo gli accadimenti.

Del resto, se fossero davvero in grado di “prevedere” farebbero soldi anzichè vendere informazioni… non pensi?

Vista in altro modo, poiché il 90% dei trader fallisce, si può presumere che almeno il 90% di quelli che forniscono commenti finanziari, sono persone che trascorrono il loro tempo a parlarne, piuttosto che ad essere impegnati in negoziazioni reali.

Alcuni arrivano persino a presenziare in studi televisivi per raccontare ciò che altri “falliti” hanno già commentato o per dire solo cose che possono essere facilmente applicate a qualsiasi risultato tipo: “I mercati potrebbero avere certamente una flessione nel breve-medio periodo per poi tornare a salire sensibilmente nel lungo termine…”. Già sentita questa vero?

Esiste un’applicazione costante di tale “fraseologia” atta ad assicurarti che in fondo potrai sempre vincere in Borsa e che i tuoi soldi investiti in fondi d’investimento non avranno problemi a moltiplicarsi. Sappi che non è altro che pubblicità di sistema mascherata da “commentario” dei mercati finanziari.

La realtà è che forse meno dell’1% di quello che puoi trovare on line e off line è prodotto da trader di successo perché questi ultimi sono principalmente impegnati a fare operazioni di successo, non a scrivere articoli o libri su come fanno!

Questo vuol dire che almeno il 95% dei libri sul trading di Borsa che potresti acquistare è pieno di cose totalmente inutili…. ma forse questo, in fondo, già lo sai.

Certo, adesso potresti pensare che però ci sono gli Economisti che operano diversamente…

Gli economisti sono degli accademici che tendono a essere solo un gradino sotto a Media ed esperti di metodologie mirabolanti. Spesso vengono “ingaggiati” dal sistema unicamente per dare un’aria di autorità e di certezza a talune tesi in virtù della percezione comune che l’economia sia una scienza esatta.

Nella realtà, spesso inconsciamente, diventano parte di una strategia utile a gestire psicologicamente le aspettative generali delle persone. Diventano spesso parte della propaganda economica più che attori nel determinare il senso della realtà economica che ci circonda.

Le teorie economiche del resto sono proprio questo, teorie che sono state modellate sull’analisi selettiva di dati economici del passato che per quanto precise e specifiche, si rivelano spesso totalmente inutili ai fini di prevedere ciò che accadrà.

Qual è allora il Segreto reale del Trading di Successo e guadagnare in Borsa?

Se leggi questo blog, sai come la penso realmente sul tema degli investimenti e perché non mi sognerei mai di scrivere un libro sul trading. Tuttavia ho deciso di scrivere sul segreto del trading di successo e quindi voglio darti un suggerimento…

La prima cosa che dovresti fare per apprendere il vero segreto del trading di successo è guardare un film uscito nei primi anni ’80: Excalibur.

Il film si basa sul mito di Re Artù e si concentra sulla caccia al Santo Graal. Questo dovrebbe rallegrati perché la maggior parte dei trader in erba, all’inizio della carriera è sedotto dalla ricerca del Santo Graal del Trading.

Questo accade a maggior ragione oggi, essendo internet piena di una moltitudine di Sacri Graal, scoperti da vari pseudo-trader di successo che chiedono ingenti somme di denaro per darti il privilegio di apprendere i loro segreti.

Ammetto che, personalmente, nei miei primi anni, ho avuto diversi vantaggi rispetto agli aspiranti trader di oggi. Non c’era internet e gli scaffali delle biblioteche e delle librerie di testi sul trading ne avevano pochi se non nessuno.

Così non c’era niente che potesse inquinare la mia comprensione dell’economia, dei mercati e del trading di Borsa a differenza di chi oggi può facilmente annegare in un oceano di analisi tecniche, strumenti, metodologie e teorie.

Il film Excalibur contiene quel seme che è germogliato in me come un elemento importante per lo sviluppo del mio modo di investire e di fare trading. Ciò che mi ha permesso guadagnare in Borsa da tutti i crash di mercato.

Non ero e non sono né speciale né più intelligente di altri ma è come se avessi costruito intorno a me una bolla e in quella bolla isolata sono rimasto immune agli effetti di quei “missionari” che sono sempre desiderosi di cercare la conversione degli altri sulla base della promessa di ricchezze incalcolabili. Parlo di tutto quello che non è altro che un settore orientato a venderti molto spesso solo ciò che, nella realtà, molto spesso non funziona.

Nel film vi è un passaggio cruciale in cui Parsifal dialoga con la figura del Graal che in ultima istanza gli chiede: “Hai trovato il segreto che io ho perduto?”. Parsifal risponde: “Sì. Tu e la terra siete uno!”

Capisci? Ognuno di noi è il Graal, tu sei il Graal!

Sarei fortemente tentato di allargare ed estendere il campo di applicazione di questa “illuminazione” oltre i regni del trading (e in alcuni articoli piuttosto che in un e-book già lo faccio in parte…) ma forse non sei pronto e non interessato a questo, così mi limiterò a restare sul tema.

Vorrei farti capire quello che il 90% degli investitori e dei trader non capisce durante un’intera vita di operazioni e di perdite, restando nella costante ricerca del Santo Graal del trading e degli investimenti. Restando in quell’alveo dove tutto sembra essere di grande complessità, quando invece è vero l’esatto contrario.

Perché è vero solo ciò che Parsifal ha scoperto e fa comprendere alla fine della sua ricerca: la risposta esiste dentro di te e non altrove!

Se vuoi avere successo nel trading, puoi scegliere tranquillamente gli strumenti più semplici per fare analisi utilizzando grafici ampiamente disponibili on line, gratuitamente… e nel tempo, attraverso la corretta applicazione delle informazioni che ne trai e impari ad elaborare, non solo iniziare a fare soldi ma scoprire che diventerà più facile nel tempo perché acquisisci esperienza. Questo rafforzerà la tua mente senza doverti preoccupare dell’ultima grande teoria o dell’ennesimo strumento tecnico che sta per essere pubblicato.

Scegli un Azione/Mercato/Indice da monitorare. Può bastarne anche uno solo per guadagnare in Borsa e fare trading con successo!

Utilizzando grafici ampiamente disponibili, su cui puoi anche “disegnare a mano”, puoi imparare di più sui mercati e su come “tradare” con successo che su qualsiasi libro o corso.

Ecco i segreti reali del trading di successo:

  1. Non hai bisogno di sapere qualsiasi cosa sull’analisi tecnica;
  2. Non hai bisogno di leggere qualsiasi cosa sul Trading. Non investire sulle teorie sul trading. Non ha alcuna importanza se non hai mai sentito parlare di Gann o Elliott. Servirebbero solo a confonderti e condizionare il tuo modo di pensare e agire;
  3. Devi essere in “sintonia” con il mercato e per esserlo devi essere concentrato e focalizzato;
  4. Quello che conta è il prezzo. Per imprimere bene nella tua mente il range entro cui muoverti e cosa devi fare entro quel range serve tanta pratica e tutto ciò che metti in mezzo a questo processo (centinai di svariati indicatori tecnici) non ti aiuterà minimamente. Perché se i tuoi dati dicono una cosa e l’indicatore ne dice un’altra, sarai solo più confuso. Metti a fuoco solo i prezzi;
  5. Il Santo Graal del Trading sei TU. Non tutti i servizi, le teorie o gli strumenti disponibili per la negoziazione. Sei tu, come operi e reagisci ai movimenti di prezzo (ancor di più se vuoi operare in tempo reale);
  6. La gestione del denaro è il più critico e il più importante segreto del trading di successo. Stop Loss e Trailing Stop sono le modalità chiave per operare. Se non sai cosa significano questi termini… NON fare trading in Borsa. Il tuo unico obiettivo è fare profitti e lasciare le perdite ad altri!

Per avere veramente successo nel trading, “catturare” e guadagnare pesantemente sui crolli dei mercati o sulle principali correzioni, hai bisogno di approcciare questo tema come farebbe un atleta, con la stessa mentalità con cui un atleta si avvicina ad una gara importante. Si allena ossessivamente, con passione e impegno, concentrandosi su quell’unico obiettivo, sapendo cosa deve fare per vincere quella gara.

Questo è quello che serve per diventare un trader di successo, non qualsiasi corso, servizio o libro. Questi sono simili all’acquisto di un abbonamento a una palestra che poi frequenti solo una volta al mese, pensando che questo ti sia sufficiente per trasformarti in un ottimo atleta….

A questo punto ti starai chiedendo: “E quindi le previsioni sui titoli e sui mercati?”

Devi sapere che le previsioni giocano un ruolo assolutamente marginale nel trading di successo. Sorpreso?

Il trading di successo è capacita di reagire sul prezzo, non sulle previsioni di prezzo.

Non può essere una previsione, se non la tua, a dirti come si muoveranno i prezzi in tempo reale. Quello che devi prevedere, è quale dovrebbe essere il tuo profitto potenziale rispetto al rischio che accetti di correre (stop loss). Come vedi quindi tutto è comunque basato su una previsione, la tua previsione di guadagno o di massima perdita.

Lo so, quello che hai appena letto va contro un intero settore costruito intorno alle previsioni sui mercati finanziari, sia in termini di trading che di investimento.

Chi ha dedicato un po’ di tempo a studiare seriamente alcune teorie come quelle, ad esempio, delle onde di Elliott o dell’analisi di Gann sa che sono, come gran parte di tutto ciò che è l’analisi tecnica, il Santo Graal delle analisi di mercato e previsionali. Rappresentano questo per un semplice motivo…

Ci sono mega tendenze come i cicli planetari che esistono da miliardi di anni, ma in realtà anche un ciclo di questo tipo può essere alterato da un qualsiasi evento minore. Certo, successivamente il sistema di analisi ne terrà conto…. ma nel frattempo…

Quando i mercati vanno veramente in fibrillazione o in rottura, questo accade a causa di eventi, apparentemente, minori. C’è un solo problema… in questi casi non esiste una strategia efficace di previsione e quindi le teorie, come quella di Elliott, se utilizzate come strumento predittivo sono altamente pericolose.

Abbiamo assistito a svariati esempi di questo tipo, come l’ultima delle crisi del mondo bancario, che ha, di fatto, capovolto il sistema mondiale, portandolo in una nuova era, dove le regole e ciò che ha funzionato durante il boom del credito (forse…) non si applicheranno più.

L’obiettivo e il giusto modo di utilizzare le previsioni è quindi quello di:

  1. Identificare le tendenze fintanto che persistono;
  2. Identificare i punti di non ritorno, cioè quelli che cambierebbero completamente lo scenario, indipendentemente dai fondamentali di ciò che si sta analizzando.

Questo è quello, insieme alla tua capacità/esperienza, che ti permette di valutare i veri “punti di svolta”, quelli che possono realmente farti guadagnare molti soldi, a dispetto del peso dell’evidenza dei fondamentali e dell’analisi tecnica.

Quando allora ha senso usare le previsioni, visto che non sono di grande utilità nel trading di successo?

Anche se la previsione non può svolgere un ruolo immediato e reattivo nel trading, non lo stesso si può dire per quanto attiene gli investimenti, dove gli stessi hanno la loro essenza nell’accumulare e nel valutare i guadagni nel lungo termine.

Analisi e previsioni agiscono in tal senso come mappe stradali rispetto alle quali puoi misurare scenari si forza o di debolezza, puoi capire quando distribuire o accumulare magari valutando, ad esempio, se un’azione/mercato è in ipercomprato o ipervenduto.

Una previsione non è importante in quanto tale ma per ciò che il mercato potrebbe fare rispetto a quella previsione… e qui conti, nuovamente, solo TU.

Bene, ora puoi continuare a cercare il Santo Graal del trading di successo, oppure diventare un atleta del trading operando come se fosse la tua professione (che come tutte le professioni deve basarsi sul guadagnare….) oppure scoprire semplicemente che esistono altre strade, con migliori e più tranquille possibilità di ottenere risultati, per investire con successo e guadagnare.

Alla tua futura ricchezza!

Jacque$ Jump

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

4 commenti

  1. letto e divorato subito. con quello che hai scritto in questo post c’è gente che ci fa un e-book…. GRANDE!!
    alcuni passaggi sul “sistema” e su un “certo mondo” sono “da brivido”…
    solo complimenti, un abbraccio
    PS

  2. Silvana Germoglio

    Quoto Paolo, ci vuole coraggio a dire così schiettamente come stanno “alcune cose”. Numero 1!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Show Buttons
Hide Buttons

Prima di uscire... hai scaricato l'Ebook GRATUITO?

Ebook OMAGGIO #ThinkRich – Il Pensiero delle Menti Milionarie

Capire il modo di pensare e agire delle Menti Milionarie per crescere, migliorarsi e ottenere Successo!

Registrandoti confermi di accettare l'informativa sulla privacy