crollo delle borse e dei mercati

Mercati: Siamo al Crollo delle Borse?

Crollo delle Borse, Crash dei Mercati…. questo è uno di quei momenti in cui ti chiedi se avere un blog sulla finanza personale, è un’idea intelligente.

Te lo chiedi quando pur continuando a predicare che se sei un buon investitore dell’andamento dei mercati non dovrebbe fregartene più di tanto e che se questi crollano, dovresti essere felice perché se sai cosa fare, magari stai per fare un sacco di soldi….

… ecco che immancabilmente ti ritrovi un sacco di gente che ti scrive qui, su facebook, su linkedin ed ovunque possibile per sapere cosa sta succedendo…. se siamo di fronte ad un nuovo epocale crollo delle borse…

Per un po’ puoi cancellare i messaggi e ripetere che non è il tuo ruolo e non ti occupi di fornire informazioni sui mercati, ne tantomeno di promozione finanziaria, ma poi se sei buono come me alla fine crolli… e scrivi articoli come questo…

Quindi siamo vicini al crollo delle Borse? Siamo di fronte ad un pesante storno o a un nuovo crollo dei mercati?

 

Bene, ribadendo che questo post è utile solo a chi normalmente perde soldi ed a chi non sta affatto investendo in modo intelligente e avendo ben chiaro mentre lo scrivo che gran parte di essi continueranno a farlo, perché non avranno l’accortezza di migliorare la loro intelligenza finanziaria, posso invece dirti che….

Se leggi normalmente questo blog, dovresti aver già letto e stampato vari articoli in cui parlo di vari indicatori che consentono di capire quale potrebbe essere l’andamento dei mercati ma per non ripetermi e per far sì che nello scrivere possa anche divertirmi un po’, parlerò oggi di altri e ulteriori indicatori.

Inoltre, faccio notare che avevo fornito un alert già a metà novembre del 2015forse l’unico ad aver fatto presente alcune cose in quel momento…

Detto ciò, devi sapere che c’è un livello da monitorare attentamente per capire se siamo di fronte all’arrivo di un nuovo orso sui mercati….

Devi aver prima chiaro che da luglio 2013 a dicembre 2014, il mercato azionario ha fatto una corsa impressionante. Il mio indice di riferimento, l’S&P 500 ha fatto i nuovi massimi di tutti i tempi ogni mese per 18 mesi consecutivi.

Il più grande calo in questo periodo è stato intorno all’8% (ottobre 2014) dove l’indice ha toccato i 1.862. Fai quindi bene attenzione perché questo è stato un livello significativo…

Per darti una raffigurazione visiva di cosa intendo, è come se tu segnassi, in un mare in piena, il livello più basso di risacca delle onde. Sono riuscito a darti un’idea?

In ogni mercato in crescita (toro) ogni ribasso significativo è comunque più alto di quello precedente. Quando però il mercato smette di correre, aver tenuto traccia di questi ribassi significativi è molto utile. Perché il mare… o da lì riparte o da lì si ritira ulteriormente…

Un investitore preparato sa monitorare e valutare questi livelli perché da qui capisce quanto essere aggressivo o conservatore. Da qui identifica quali strategie può utilizzare.

Cioè vuoi dire che basta questo per capire se siamo vicini al crollo delle borse?

 

Con calma… ci sono stati altri tre minimi importanti da valutare. Uno è quello cui siamo già arrivati lo scorso anno (Agosto 2015) durante la più acuta correzione dell’indice che stiamo analizzando. L’altro minimo è quello toccato il 20 Gennaio 2016 e, sopratutto, quello dell’8 Febbraio 2016.

s&p500-crollo-delle-borse-mercati-liberta-finanziaria

Come puoi notare, il ritestare lo stesso valore del lontano 2014 ha provocato un rimbalzo a Gennaio… un rimbalzo che non ha avuto particolare forza… visto che siamo tornati allo stesso livello in poche sedute.

Inizi ora a capire perché questo livello è significativo?

Se l’indice continuasse a scendere, violando con decisione questo livello, ci sarebbero buone possibilità di poter dire che la corsa è finita…

Ma fai attenzione…

L’indice S&P 500 è un indice in cui le più grandi aziende hanno un peso rilevante e in cui le aziende più piccole non hanno quasi alcun peso (meno dello 0,02% in molti casi). Ciò significa che una buona prestazione di pochi grandi nomi può far reggere questo indice, anche se il mercato azionario globale non fosse particolarmente “in forma”.

Ecco allora che ti svelo un segreto da investitore preparato…

… il grafico che va ad assegnare a tutte le aziende dell’indice lo stesso peso (0,2%). E’ da investitore preparato perché ti fornisce un quadro più preciso di ciò che sta accadendo…

Come puoi notare nel grafico sotto riportato, inerente l’indice  S&P 500 Equal Weighted Index, il livello di supporto fissato nell’ottobre 2014 è stato già violato. Su quel livello inoltre, ha perso forza l’ultimo rimbalzo. Inoltre, guarda bene dove si trovano le medie mobili (DMA) a 50 e 200 giorni e valuta la forza della MACD. Come vedi non ci sono segnali positivi…

spexew-s&p500-crollo-delle-borse-mercati-liberta-finanziaria

Tra i miei indicatori preferiti, sempre sull’S&P500 c’è anche la media mobile esponenziale (EMA) a 20 mesi. In sostanza, quando l’indice scambia sopra questa linea, mi aiuta a valutare il mercato in trend positivo, quando al di sotto, mi aiuta a considerarlo in trend negativo.

Guarda ora questo grafico:

EMA-S&P500-liberta-finanziaria

I primi due cerchi grigi ti mostrano l’inizio dei mercati orso nel 2000 e nel 2007, mentre il cerchio nero ti indica il “falso segnale” del 2011. Falso segnale perché in quel caso specifico, l’indicatore MACD (con cui valutare sempre questo grafico) non era in calo.

L’indice aveva chiuso sotto la linea anche nel mese di settembre 2015 ma anche qui la MACD indicava che poteva trattarsi di un falso segnale e, infatti, ad ottobre tutto rientro nella norma ma… quello però, per me fu un piccolo avvertimento e alzai il piede dall’acceleratore.

Non a caso, da quel momento, iniziai di nuovo a scrivere articoli sul guadagnare o perdere in borsa.

Novembre e Dicembre videro i primi cali sui mercati che poi iniziarono a scendere con più vigore, sino ad oggi.

Come denotabile, l’indice sta scambiando al di sotto della sua EMA, quindi a meno di un rally significativo… anche questo non è un bel segnale.

Detto ciò, nel breve termine, alcuni rimbalzi appaiono probabili, sia perché l’indice è in ipervenduto sia perché nel 2000 e nel 2007, il mercato testò la sua EMA più volte prima di iniziare la sua discesa.

La marea sta quindi cambiando? Siamo di fronte ad un nuovo crollo delle borse?

 

Riprendo il mio ruolo e ribadisco che non voglio, non mi interessa e non fornisco consigli sugli investimenti altrui, ma se leggi gli articoli di questo blog e fai crescere la tua intelligenza finanziaria, capirai che molti indicatori portano a credere che il rischio sia in aumento.

Osserva quindi bene cosa accade nei prossimi giorni, tenendo conto di quanto ti ho appena spiegato e apprendendo altri elementi dagli articoli che ti ho segnalato. Troverai da solo le tue risposte. Questo è far crescere la propria intelligenza finanziaria!

Come detto e insegnato più volte, se vuoi “giocare” in Borsa con i giganti devi avere le stesse capacità e le stesse informazioni che usano i giganti…

La cosa divertente è che quando le avrai…  capirai che per guadagnare denaro dai tuoi investimenti, non serve acquisire tutta questa conoscenza. La conoscenza può farti guadagnare di più… ma è avere un metodo che ti fa iniziare a guadagnare e ti fa guadagnare costantemente senza correre rischi.

Sono ben altri i presupposti da cui puoi, devi e ti suggerisco di iniziare…

Jacque$ Jump

 

Importante! Leggere con molta attenzione: Disclaimer >>>

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

6 commenti

  1. Come sempre poche cose, molto chiare e concrete… e sopratutto comprensibili per tutti. Semplicemente… lasciamelo dire… sei un grande!!

  2. carlo silver

    Ottimo post, come consuetudine. Praticamente siamo sull’orlo di un baratro… o risaliamo con forza o ci sfracelliamo. Va beh intanto resto short…

  3. Faccio ammenda. Devo ammettere che nel post di novembre non mi avevi convinto (la correlazione con i junk bond mi sembrava un po’ ardita) e invece avevi ragione tu. Sempre numero 1.
    Un abbraccio
    Vale

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Show Buttons
Hide Buttons

Prima di uscire... hai scaricato l'Ebook GRATUITO?

Ebook OMAGGIO #ThinkRich – Il Pensiero delle Menti Milionarie

Capire il modo di pensare e agire delle Menti Milionarie per crescere, migliorarsi e ottenere Successo!

Registrandoti confermi di accettare l'informativa sulla privacy